Santu Lussurgiu, San Leonardo De Siete Fuentes

Narrazione:

La storia dell’umanità è da sempre associata all’acqua, prezioso elemento vitale. 

Non a caso gli uomini fin dalla preistoria, sono andati in cerca di sorgenti e di corsi d’acqua per scegliere i luoghi in cui vivere. 

Anche in Sardegna abbiamo eclatanti manifestazioni di questo privilegiato rapporto tra esseri umani e acqua e la chiesa di San Leonardo ne è esplicita testimonianza: l’edificio fu, infatti, realizzato nell'area chiamata "delle sette fontane", dallo spagnolo "siete fuentes" per via delle sette sorgenti limitrofe. 

Tale rapporto è attestato anche in molti documenti storici: nel "Condaghe di San Nicola di Trullas" (XII-XIII secolo) rileviamo la menzione di una "villa VII funtanas", al 1341 risale la notizia di una "ecclesia septem fontium" e nel 1355 si attesta l'esistenza dell'ospedale di “San Leonardo di sette fontane”, tenuto dagli Ospedalieri di San Giovanni. 

La documentazione non attesta la data di edificazione della chiesa, realizzata in conci di basalto, ma sembra comunque più che plausibile collocare a metà del XII secolo la creazione di una prima aula a una navata con abside semicircolare. Fra il XIII e XIV secolo il muro nord  fu abbattuto e venne ricostruita l'abside con l'attuale pianta quadrata con monofora archiacuta. 

Particolare è la scelta stilistica per cui gli archetti monolitici sono a tutto sesto e non a sesto acuto come la monofora absidale. La facciata, contornata ai lati da paraste, è suddivisa, da archetti a tutto sesto, in due registri orizzontali: la parte superiore è timpanata, quella inferiore, segnata dalla presenza di due portali architravati e lunettati a tutto sesto, è a sua volta ripartita da una lesena. 

La somiglianza stilistica dei due portali non è prova della loro coeva realizzazione, ma riflesso della ricerca di coerenza stilistica da parte di coloro che hanno realizzato il secondo portale

Visita virtuale

Bibliografia:

D. Scano, Storia dell'arte in Sardegna dal XI al XIV secolo, Cagliari, Sassari, Montorsi, 1907, pp. 315-316;

G. Crudeli, "Chiesa di San Leonardo di Siete Fuentes in territorio di Santu Lussurgiu", in Studi Sardi, X-XI, 1952, pp. 477-490;

R. Delogu, L'architettura del Medioevo in Sardegna, Roma, La Libreria dello Stato, 1953, pp. 129, 235-236;

R. Coroneo, Architettura romanica dalla metà del Mille al primo '300, collana "Storia dell'arte in Sardegna", Nuoro, Ilisso, 1993, sch. 61;

R. Coroneo, Chiese romaniche della Sardegna. Itinerari turistico-culturali, Cagliari, AV, 2005, pp. 59;

R. Coroneo, "La chiesa di San Leonardo di Siete Fuentes", in Santu Lussurgiu. Dalle origini alla "Grande Guerra", a cura di G. Mele, Nuoro, Solinas, 2005, pp. 45-58.

Indirizzo:

09075 San Leonardo De Siete Fuentes OR, Italia

Potrebbero interessarti anche

Tergu, Nostra Signora di Tergu

Tergu, Nostra Signora di Tergu

Tergu, Nostra Signora di Tergu Molte chiese del romanico isolano hanno intrecciato la propria storia con quella di vari ordini monastici attivi in Sardegna in età medievale.  Molte chiese del romanico isolano hanno intrecciato la propria storia con quella di vari...

Suelli, Chiesa di san Pietro

Suelli, Chiesa di san Pietro

Suelli, Chiesa di san Pietro Nel medioevo molte città e centri abitati videro il manifestarsi di una continuità d'uso tra il foro e la piazza principale, destinata a mercato e progressivamente arricchita di edifici e funzioni pubbliche. Anche in Sardegna incontriamo...

Massama, Oratorio delle Anime

Massama, Oratorio delle Anime

La storia dell’umanità ha seguito spesso i percorsi segnati dalle vie di comunicazione, nella loro eterogenea conformazione che va dai semplici sentieri sino alle imponenti vie imperiali di età romana. Questa relazione si fa manifesta ad esempio nei toponimi, che ne...

Share This